Capri La Migliera

Mappa

Verso il Belvedere del Tuono, un panorama sul mare aperto.

Se cerchi una passeggiata lontano dalla folla, in un luogo dalla bellezza verace e selvaggia, ancora sconosciuto alle rotte del turismo di massa e dei viaggi organizzati, allora incamminati per il sentiero della Migliera.

Il tragitto della Migliera si snoda alla scoperta di coltivazioni tipiche, soprattutto vigneti, tra lembi superstiti degli antichi boschi e squarci aperti verso il mare di Ischia. La passeggiata finisce con il Belvedere del Tuono, forse il più suggestivo di tutta l'isola di Capri.

Giunti alla fine del sentiero il panorama dolce e riposante muta radicalmente: davanti soltanto una distesa sconfinata di mare e un precipitare di rocce bianche e appuntite che arrivano fino alla Cala del Limmo e al Faro di Punta Carena. Abitanti di questi luoghi solo i gabbiani che, ad ali spiegate, volano sfruttando le correnti d'aria.

Lo spettacolare Belvedere del Tuono era forse già tale in età romana; nell'ottocento erano ancora visibili i resti di antiche strutture, tasselli di mosaici di vetro e intonaci colorati. Percorrendo un sentiero in salita in terra battuta si incontra prima una Madonnina, poi una grande croce in ferro, ed in ultimo un altro belvedere che affaccia anche sui Faraglioni di Capri e dove ci si può illudere di essere soli sull'isola di Capri, soprattutto se si giunge al tramonto o in una giornata d'inverno.

Un tempo questo drammatico dirupo era luogo di suicidi. Ne parla anche anche Alberto Moravia in 1934, romanzo ambiento a Capri (l'autore visse per lungo tempo sull'isola, insieme alla compagna Elsa Morante).

Poco prima del Belvedere, di fronte al Self:ristorante da Gelsomina, vale la pena fermarsi per una sosta al Parco Filosofico un percorso che si snoda lungo il fianco della collina tra mattonelle che riportano massime e aforismi di filosofi occidentali e orientali.

Hai qualche domanda? Chiedi pure! (New)

Esplora...

  • 1
  • 2
  • 3

Inspire Me...