Noleggio scooter a Capri

Un motorino è il mezzo più comodo per girare Capri

Se hai poco tempo a disposizione ma non vuoi rinunciare a visitare tutti i luoghi più noti di Capri, affittare uno scooter è senz'altro la soluzione migliore. Completa autonomia, totale libertà e zero stress, considerando, inoltre, che da aprile a ottobre sull'Isola Azzurra non possono sbarcare mezzi di locomozione che non siano dei residenti.
Noleggiare uno scooter è semplicissimo: appena sbarcati al Porto di Marina Grande sono ben visibili i punti noleggio scooter, che offrono servizi esclusivi per gli amanti delle due ruote. Oltre ai caschi e alla benzina necessaria per l'intera giornata, ti verrà fornita una cartina personalizzata con i percorsi percorribili su motorino e con indicazioni sulle aree parcheggio. Il motorino può essere noleggiato per una giornata o per più giorni.

more

Itinerario in scooter a Capri

Da Marina Grande le uniche due strade conducono entrambe a Capri, alla rotonda dei Due Golfi, lo snodo principale delle strade isolane. Lì puoi scegliere se fare già una prima sosta per una passeggiata nelle bellissime stradine pedonali del comune di Capri oppure imboccare la strada per Anacapri.
Divertimento assicurato guidando lungo le curve di questa strada panoramica che costeggia la montagna, godendo di una spettacolare vista sul Golfo di Napoli. Dopo Piazza Vittoria prosegui su Viale Tommaso de Tommaso fino al bivio tra via Caprile e Via Pagliaro, trova posto in uno dei parcheggi pubblici e dedicati alla visita del centro storico di Anacapri (anch'esso pedonale) e fai un po' di shopping tra i negozietti di Via Giuseppe Orlandi dove si trovano anche diverse chiese e monumenti.
Da Via Caprile bastano 10 minuti per raggiungere la spiaggia del Faro di Punta Carena, l'unico lido dell'isola illuminato dal sole fino al tramonto.
Qui potete fermarvi per un tuffo e un panino al caratteristico bar "da Antonio" oppure per un drink al tramonto al bar Malibù.
Tornando dal Faro al centro di Anacapri, vale la pena un altro stop sulla piazzola di Pino per lasciare lo scooter e dedicarsi alla visita di uno dei fortini, antichi presidi di guardia delle acque intorno all'isola.
Adesso è arrivato il momento di dirigersi alla Grotta Azzurra, visitarla a bordo delle caratteristiche barche a remi e magari raggiungere a piedi il piccolo lido roccioso di Gradola.
Se non sei stanco delle bellezze di Anacapri, durante la risalita al centro dalla Grotta Azzurra lascia lo scooter nella piazzetta di Orrico (quella con una grossa lapide in pietra), per visitare un altro fortino difensivo o gli scavi di Damecuta, una delle dodici ville dell'Imperatore Tiberio.